Giù mele e pere su le melanzane –

Durante la settimana è leggermente aumentato il tono del mercato, con la domanda che ha avuto qualche segno di risveglio. Le quotazioni di molti prodotti ortofrutticoli stagionali, come per esempio i carciofi, i cavolfiori, i peperoni, i pomodori lisci, le zucchine, hanno segnato ribassi, in genere di non forte consistenza.

Prezzi dei prodotti ortofrutticoli (dal 2 al 9 novembre)

raccoltaPere.JPG

Durante la settimana è leggermente aumentato il tono del mercato, con la domanda che ha avuto qualche segno di risveglio. Le quotazioni di molti prodotti ortofrutticoli stagionali, come per esempio i carciofi, i cavolfiori, i peperoni, i pomodori lisci, le zucchine, hanno segnato ribassi, in genere di non forte consistenza.

Aggiustamenti al ribasso anche per prodotti frutticoli come i cachi o, ancora, certe tipologie di mela di pianura e di pere Kaiser e Abate. In aumento netto e anche cospicuo il prezzo dei cetrioli, delle melanzane e dei pomodori a grappolo (questi ultimi che recuperano in parte la forte perdita della settimana precedente).

Passando ai dettagli: esordio dei carciofi romaneschi (1,00-1,20 €/unità). Il ribasso dei cavolfiori (-35 cent in due settimane) è dovuto, oltre all’aumentata produzione nazionale, anche alla cospicua importazione che si fa da Germania e Francia. Il comparto dei radicchi si mostra stabile (lunghi precoci in 12 pezzi a 0,90-1,10 €/kg, più o meno gli stessi prezzi per i Verona, 1,70 € circa per i Castelfranco extra).

Il commento completo e i prezzi dei prodotti ortofrutticoli su Terra e Vita.
Per abbonarsi: http://www.agricoltura24.com/agricoltura/p_1076.html


Pubblica un commento