Carciofi e radicchi: offerta in aumento –

Gli scambi di prodotti ortofrutticoli sono stati tendenzialmente fiacchi durante tutta la settimana – qualche segno di risveglio alla riapertura di lunedì 2 novembre. La situazione in prospettiva potrebbe (si usa il condizionale) farsi gradualmente migliore nelle prossime settimane.

Prezzi dei prodotti ortofrutticoli (dal 26 ottobre al 2 novembre)

carciofo.jpg

Gli scambi di prodotti ortofrutticoli sono stati tendenzialmente fiacchi durante tutta la settimana – qualche segno di risveglio alla riapertura di lunedì 2 novembre. La situazione in prospettiva potrebbe (si usa il condizionale) farsi gradualmente migliore nelle prossime settimane.

Le quotazioni di diverse specie orticole hanno subito dei ribassi – in genere di non forte consistenza – è il caso dei cetrioli (20 cent in due settimane), dei cavolfiori, delle cipolle fresche, dei peperoni. Molto più consistente la discesa di prezzo dei pomodori, sia insalatari (che hanno perso completamente quanto avevano guadagnato nelle precedenti due settimane) sia dei pomodori a grappolo – stabili su prezzi passabili i pomodori ciliegini.

Aumenta l’offerta di carciofi con diverse provenienze (i prodotti siciliani possono costare 10 cent per unità rispetto a quelli pugliesi). Si propongono anche i radicchi delle più diverse tipologie: Verona a 1 €/kg circa, Castelfranco attorno a 1,70 €/kg.

Il commento completo e i prezzi dei prodotti ortofrutticoli su Terra e Vita.
Per abbonarsi: http://www.agricoltura24.com/agricoltura/p_1076.html


Pubblica un commento